Cosa facciamo

Organizziamo incontri e cicli di conferenze sui temi piĆ¹ vari.
Invitiamo poi i nostri soci, i nostri amici, tutti coloro che sono curiosi e
critici, ai nostri eventi/incontri.
Condividiamo percorsi con altre associazioni e interlocutori diversi per
ampliare il parco delle nostre iniziative.

STATUTO

DELL’UNIVERSITA’ POPOLARE DI UDINE

art. 1) E’ ricostituita in Udine l’Università Popolare Associazione di Promozione Sociale (APS), associazione non riconosciuta del terzo settore fondata nel 1901 per iniziativa della Società Operaia di Mutuo Soccorso e istruzione.

art.2) L’istituto si propone di diffondere l’istruzione, scientifica, letteraria, artistica con conferenze, corsi di lezioni e con altre iniziative idonee allo scopo. E’ organizzazione non lucrativa che svolge attività di utilità sociale nel pieno rispetto della libertà degli associati in conformità agli art. 5 co.1 lett. d) e i) dlgs 3.7.2017 n. 117, dedicando concretamente la propria attività a favore, oltre che dei soci, anche di persone svantaggiate per ragioni economiche e sociali.

art. 3)  L’istituto è aperto a tutte le correnti di pensiero, ma è rigorosamente estraneo alle competizioni dei partiti.

art.4) L’università Popolare trae i mezzi per lo svolgimento della propria attività dalle quote sociali e dai contributi di Enti e di privati,  con divieto di svolgere attività diverse da quelle statutarie e di distribuire, anche indirettamente utili o avanzi di gestione e con l’obbligo invece di impiegare eventuali avanzi per la realizzazione delle attività istituzionali.

Art. 5) L’attività didattica si svolge normalmente nel periodo compreso tra ottobre e maggio. L’esercizio sociale va dal 1 gennaio al 31 dicembre.

Art. 6) Ognuno ha diritto di associarsi. I Soci possono essere giovani, ordinari, sostenitori, benemeriti e onorari. Il Consiglio direttivo stabilisce anno per anno la quota da corrispondere per l’iscrizione all’associazione. I Soci onorari sono nominati dal Consiglio fra quelle persone che abbiano acquisito particolari benemerenze verso l’Istituto.

Art. 7) I soci hanno diritto di partecipare gratuitamente a tutte le attività ordinarie ed a condizioni di favore a quelle straordinarie. La partecipazione alle attività dell’associazione è aperta anche ai non soci, con precedenza in favore dei soci in caso di esaurimento dei posti disponibili.

Art.8) Il Consiglio Direttivo è costituito da nove membri eletti dall’Assemblea annuale dei soci e dagli ex Presidenti dell’Istituto. Il Consiglio Direttivo rinnova ogni anno un terzo dei suoi membri: i consiglieri scaduti sono rieleggibili.

Art. 9) Il Presidente della Società Operaia di Mutuo soccorso ed Istruzione, il Rettore Magnifico dell’Università di Udine e il Presidente della Società Filologica Friulana, o loro delegati, sono membri di diritto del Consiglio Direttivo.

Art. 10) Sono altresì membri del Consiglio Direttivo i rappresentanti degli enti ed associazioni che contribuiscono all’Istituto con una quota annua non inferiore ad € 1.100,00.

art. 11) Il Consiglio Direttivo nomina nel proprio seno il Presidente, il Vicepresidente ed il Segretario Amministratore che rimangono in carica tre anni e sono rieleggibili. Tutti i membri del Consiglio Direttivo, ivi compresi quelli titolari di cariche, svolgono la loro  attività a titolo gratuito.

art. 12) Il Consiglio Direttivo è convocato dal Presidente, con almeno otto giorni di anticipo, mediante avviso scritto recante l’ordine del giorno della seduta. Tutte le deliberazioni sono approvate a maggioranza semplice dei Consiglieri presenti.

art. 13) Il Presidente propone all’assemblea annuale dei soci e sottopone all’approvazione del Consiglio Direttivo, il programma dell’attività didattica.

art. 14) Spetta al Consiglio Direttivo il coordinamento e la direzione di tutta l’attività amministrativa e culturale dell’Istituto, nonchè la tenuta dei libri contabili, costituiti dal libro dei soci, libro delle assemblee e dal libro dei verbali del Consiglio Direttivo. Spetta inoltre al Consiglio Direttivo la redazione del rendiconto annuale da sottoporre all’assemblea dei soci.

art. 15) L’Assemblea Ordinaria Annuale dei Soci viene tenuta di norma entro il mese successivo alla chiusura di ogni esercizio sociale e delibera con il voto favorevole della maggioranza dei presenti.

art. 16) L’assemblea ordinaria nomina ogni anno due revisori dei conti, elegge i membri del Consiglio Direttivo, e approva il rendiconto; esprime inoltre parere non vincolante sul programma dell’attività.

art.17) L’assemblea straordinaria delibera sulle modificazioni dello Statuto e sullo scioglimento dell’associazione.

art.18) L’assemblea straordinaria delibera con la presenza di un terzo degli aventi diritto al voto ed il voto favorevole della maggioranza dei presenti.

art. 19) In caso di scioglimento il patrimonio andrà devoluto ad altra organizzazione non lucrativa o Ente del Terzo Settore.

art. 20) Ciascun socio in regola con l’iscrizione ha diritto di partcipare all’assemblea e ad esprimere il proprio voto. A ciascun socio spetta un voto.

art. 21) Ciascun socio può delegare un altro socio non facente parte del consiglio direttivo a rappresentarlo in assemblea. La delega non può essere ‘in bianco’ ed è revocabile fino all’inizio dell’assemblea.

Titolo 2
Titolo 2 Sottotitolo 2