News

Isabella Reale racconta le ispirazioni di Mirko Basaldella. Appuntamento giovedì 25 ottobre 2018

Tra i più grandi scultori italiani del Novecento l’udinese Mirko Basaldella (Udine 1910 - Cambridge, Massachusetts, 1969) - fratello di Afro e Dino Basaldella - ha lasciato presto la sua città per percorrere una luminosa carriera che gli ha portato importanti riconoscimenti in Italia e negli Stati Uniti. Ma cos’è che lo ha reso grande e apprezzato? Ne parlerà la storica dell’arte Isabella Reale, per molti anni conservatrice della Galleria d’Arte Moderna di Udine, ora a Pordenone, nella prossima conferenza organizzata dall’Università Popolare di Udine.

L’appuntamento è per giovedì 25 ottobre 2018 alle ore 18.15 presso la Fondazione Friuli (via Manin 15 Udine), nella Sala Riunioni. Il titolo della conferenza è Mirko Basaldella e i suoi antichi maestri. Un grande artista diventa tale anche perché attinge dai grandi esempi del passato e li rielabora attraverso la propria visione. Gli studiosi stanno sempre più rileggendo l’opera di Mirko per conferirgli il giusto posto nella scultura italiana del Novecento. E lo dimostrano anche le mostre. In quella del 2017 a Ravenna al Museo d’arte moderna, dedicata alla scultura in mosaico, a Mirko è spettato un ruolo d’onore. Per Mirko le suggestioni provenivano dalla scultura del Rinascimento ma anche dagli esempi delle civiltà arcaiche. L’antico non era mai copia archeologica. Qual è dunque il nesso tra il grande progetto dei cancelli del mausoleo delle Fosse Ardeatine a Roma (il cui bozzetto si vede esposto all’ingresso di Casa Cavazzini) e la Battaglia dei nudi del Pollaiolo o il lavoro d’intaglio dei plutei bizantini? Quali le ispirazioni dalla scultura arcaica meso - americana? Di questo si parlerà con la dott.ssa Reale, per restituire del concittadino Mirko - di cui a Udine è visibile un Totem del 1959 in Piazzetta Belloni, installato postumo nel 1974 e nella stessa Fondazione Friuli sono custoditi una scultura e un importante disegno - un profilo il più possibile completo della sua ricchezza artistica. La conferenza è inserita nel progetto “Identità culturale del Friuli“ promosso dalla Regione Friuli Venezia Giulia, cui anche l’Università Popolare concorre organizzando incontri che trattino argomenti correlati alla nostra identità culturale regionale.

La conferenza è ad ingresso gratuito e aperta al pubblico. Per informazioni e contatti, per diventare soci e ricevere il bollettino scrivere a unipopudine@gmail.com